Altrimondi
Lascia un commento

Perché Diprè è sempre stato un coglione.

Perché Diprè è sempre stato un coglione.

Forse è un giorno migliore, forse no, forse era bello quando eravamo tutti #jesuischarlie, forse siamo semplicemente invecchiati, forse ma togliamoci pure il forse, Andrea Diprè è sempre stato un coglione. Premetto che non voglio recitare la parte dell’alternativo e nemmeno quella del #jesuischarlie, ma negli ultimi giorni mi sono documentato su quanto sta accadendo in rete per una diatriba interessantissima che vede come soggetti protagonisti, Andrea Diprè, Sara Tommasi, Selvaggia Lucarelli e lo Zoo di 105. Detta così, pare il cast del prossimo film dei Vanzina dove Massimo Boldi fa le scoregge e tutti giù a ridere, invece non è una puntata di Buona Domenica con il cangurotto Massimo Lopez ma semplicemente una sfida a colpi di chiusure social. Del tipo – ei facciamo branco per chiudere tutto quello che riguarda Andrea Diprè visto che abbiamo 1.000.000 di seguaci sull’internet – però, se da Selvaggia Lucarelli non me l’aspettavo, perché in fondo moralbenpensante non è, dallo Zoo di 105 questo monito, pare qualcosa di grottesco. Marco Mazzoli, storico leader del programma ha spiegato in questo video il perché di tale suggestione virale. I motivi sono lo sfruttamento di Sara Tommasi, la cocaina e in sostanza una vita non proprio edificante secondo il conduttore. Bisognerebbe ricordare a lui che in fondo tempo fa ci mangiava sopra queste cose:

Andrea Diprè è un soggetto che non fa ridere, non ha mai fatto ridere e quando andavo all’università e/o a scuola sentivo tutti parlare di Osvaldo, Osvaldo, Osvaldo. Beh, Osvaldo per me rappresenta un calciatore a cui ho voluto parecchio bene, e la prima volta che toccai con mano, guardando un suo video, la “filosofia LOL Dipreista” non ho sinceramente riso. Però in molti sì, e continuano a farlo. Recentemente però, pare che molte di quelle persone che passavano ore a condividere quei video, poco divertenti, abbiano aperto il proprio cuore dopo aver letto la lettera dell’ex fidanzato di Sara Tommasi e forse sì, è un giorno migliore perché questo personaggio sparirà dalla vita pubblica 2.0, però qualcuno, quel successo ha deciso di fondarlo in modo meritocratico, a colpi di visite e importanza, sotto il segno di #jesuischarlie perché siamo fatti così, ci fanno ridere cose che non fanno ridere. E ci sta o almeno credo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...