Camicie a quadri
Lascia un commento

Camicie a quadri w/Tutte Le Cose Inutili

camicia1

Quanti concerti si possono raccontare? Quante volte sei stato testimone sul palco o tra il pubblico di qualcosa per te, memorabile? Abbiamo chiesto ad alcuni amici di indossare la camicia a quadretti per raccontarci le loro esperienze con la musica dal vivo. Per iniziare ci sono Tutte Le Cose Inutili in 5 ricordi lungo ben 15 anni.

Francesco Guccini – Palazzetto dello Sport di Siena – 30/01/1998

Il primo concerto della vita non si scorda mai. A otto anni il babbo mi viene a prendere a scuola e partiamo per Siena. Arriviamo che il palazzetto è ancora chiuso. SI mangiano panini con la mortadella. Io sono preparato perché da tre anni ogni pomeriggio mi ascolto i vinili del professore prima e dopo i compiti. Da Folk Beat #1 all’ultimo. La maestra di italiano mi da degli ottimo solo per quello credo. Dopo aver ascoltato Vorrei io decido che devo suonare la chitarra. Durante il concerto una coppia davanti a noi si volta e mi fa “ Ma come fai a sapere ogni parola?”

Le Luci Della Centrale Elettrica – Marea Festival Fucecchio – 01/07/2009

Avevo scoperto Vasco Brondi su Mtv Brand New e mi ero scaricato su Emule il demo e il primo disco. E’ stata una folgorazione. Una chitarra un distorto e le parole che arrivavano in fondo, tagliavano con al forza la pelle e diventavano parte di me. Il concerto era gratis. C’era Camilla con me, Rodrigo D’erasmo e Daniela Salvoldi con lui. Io canto forte e non mi asciugo le lacrime che mi cadono dall’inizio alla fine. La lettura che dice “Dovevamo andarcene tutti e due, e soprattutto tu”. Uno schiaffo. E poi Produzioni seriali di cieli stellati tra la gente, una foto insieme e quando gli chiediamo perché non ha fatto I garage a Milano Nord ci dice che non si ricordava gli accordi.

Ok Go – Italia Wave Livorno – 22/07/2010

Ascoltavo solo Editors, Kaiser Chiefs e tutta quella roba là. Poi all’Italia Wave allo stadio di Livorno ho suonato con gli Ok Go il pezzaccio dei tapis roulant. “C’è qualcuno che sa suonare la chitarra?” Alzo al mano, il cantante scede e viene da me, mi da in braccio una Gibson da 20 kg mi insegna quattro accordi e mi dice “Vai”. Poi gli ho chiesto se potevo tenere il plettro e mi ha detto di no.

Gazebo Penguins&Fine Before You Came – La Tenda Modena – 14/04/2012

Partiamo in tre con un carico di birre. I gazebo li avevo visti qualche mese prima al Capanno Black Out e saremmo stati in quindici. I FBYC sono stati una specie di culto, una religione il cui libro sacro era Sfortuna. Lietti è quello che in italia in questa massa nel sottosuolo scrive meglio. A un certo punto durante Lista saliamo tutti sul palco, si poga con il chitarrista, al batterista volano via mezzi piatti, Lietti ci urla in viso. Fai una lista delle cose che non vuoi. Quel giorno ho capito che un concerto è uno scambio, non un’esibizione. E mi sono innamorato dei palchi bassi.

The Sleeping Tree – Secret Concert Pistoia – 15/12/2013

Secret concert in una sala prove a Pistoia. Ci danno una tazza di tè e dei biscotti fatti in casa. Saltiamo le prove. Giulio è in disparte, una chitarra acustica e un tamburello fermato col nastro adesivo a terra. Non so come spiegare. Una dolcezza, una perfezione. Vedi le mani scorrere sulla tastiera e tu, da chitarrista, non capisci comunque. Painless, senza dolore. E lo senti, che non è facile, ma si sopravvive e ognuno lo fa a suo modo. Senti il vento, le fotografie di Helsinki. Un falò nell’inverno di Pordenone. Gli regalo il libro, lui mi firma il cd, e parliamo di una sua canzone in italiano che c’è il video su youtube, e l’anno dopo a Prato ce la suona dedicandocela durante il concerto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...