Mese: gennaio 2015

Cloud9 – week.15

Guess who’s back? La miglior collezione degli sconosciuti di Soundcloud dell’internet, appena sfornata per accompagnare le vostre pause dallo studio o la vostra colazione a base di psilocibina e Tiberio Timperi. Renato Dende & Filippo Mosca

Normale non vuol dire giusto#59

Devi descrivere il popolo italiano? Puoi usare l’icastico binomio “genio e sregolatezza”. Abbiamo riscoperto il diritto alla fine del secolo XI, ma ci preparavamo anche a lanciare la prima crociata. Abbiamo fondato i primi istituti bancari, ma ci uccidevamo fra guelfi e ghibellini. Cristoforo Colombo scopriva l’America, ma Firenze era agitata da guerre intestine per la successione di Lorenzo De’ Medici. Cattolici illuminati inventavano i primi ospedali, ma prelati romani usavano il gladio della controriforma contro nemici politici. Abbiamo innalzato il fascismo, ma preparandoci a scrivere la Carta Costituzionale più solida del ventesimo secolo. Potremmo proseguire a lungo con questa lista, se non fosse che l’argomento di oggi si chiama Verybello.it. C’è poco altro da aggiungere, l’invito è ad andare a visitare questo sito, lanciato qualche giorno fa dal ministro per i beni culturali Dario Franceschini. E’ nato con l’intento di promuovere le bellezze italiane nell’anno dell’Expo, presentando più di mille eventi su tutto il territorio nazionale, in modo che i visitatori esteri non si fermino a Milano, ma imparino a conoscere l’intera penisola. Il …

Mecna – Non dovrei essere qui

L’abbiamo già scritto, il prossimo 27 gennaio esce il nuovo disco di Mecna (ordinalo qui che ricevi pure dei regali). E in un martedì mattina qualunque compare in rete il primo video tratto dal disco, un vero e proprio gioiello dove presenzia pure il kebab, giusto per dare un tocco esterofilo alla faccenda. Scherzi a parte, ci si arrabbia un casino e la produzione è magnifica, per tutto il resto fortunatamente Corrado siamo ancora qui.

Qualche disco Italiano che abbiamo perduto

Riceviamo un sacco di mail e siamo dei gran stronzi. Alle volte proviamo ad ascoltare tutto poi ci dimentichiamo di rispondere o semplicemente di buttare giù qualche impressione sul lavoro fatto da altre persone. Esatto, siamo dei gran stronzi. Poi però qualcuno torna sul luogo del delitto e sistema le cose, piazzando un mensile listone con i dischi che abbiamo dimenticato o per meglio dire perduto, perché sono tutti meravigliosi. Da Genova per Marsiglia Records sono usciti i Minimal Whale, con queste sei tracce alternative rock che mantengono alta la tua soglia di attenzione lungo tutto l’ascolto. In bilico fra un grunge anni 90 e il post rock contemporaneo completano il proprio lavoro con uno stile impeccabile. Si arriva alla dolcezza elettronica di Grand River, qualcosa di molto vicino all’avanguardia con quel pizzico di naturalezza capace di renderla umana, viva e per nulla calcolata. Sono 8 tracce che ti porterai dietro nei prossimi giorni come uno sguardo che non riesci mai a intercettare. È possibile arrivare con 365 giorni di ritardo dopo l’uscita del disco? …

Elisa Luu – Enchanting Gaze

Lampi di luce tagliano il cielo terso in due.La solita pizza del lunedì mi cade dalle mani. Alzo, con timore, lo sguardo verso la finestra grande come il mio ego dell’ultimo periodo.Sgrano gli occhi. Il temporale si fa sempre più vicino e tremo al pensiero di come possa, anche solo lontanamente, cancellare questo momento che sto vivendo ad occhi aperti.Mi alzo, mi avvicino verso il temporale.Lo fisso come fosse sfida. Sfida aperta. Io e lui.Tensione elettrica mi spinge verso fuori. Non capisco che sia. Resisto. Grido con tutta la forza che ho in corpo e in gola. Il vento si fa sempre più intenso. Mi tira un schiaffo, si apre la finestra.Volo per terra.Mi tocca la guancia e sento il segno della battaglia.Mi rialzo con più forza di prima in corpo.Volano fogli e ricordi nella stanza.Ostacoli (non mi fanno paura).Arrivo sul balcone trafelato sempre con lo sguardo fisso sulla natura.Prendo la rincorsa gridando, stacco l’ultimo piede e chiudo gli occhi.Da quel momento il mio ego non è più stato lo stesso. Anzi, da quel momento il …

Cloud9 – week.13

Dopo esserci ripresi dal troppo delle vacanze, superato il trauma della loro fine, siamo ancora qui con un playlist per lo studio e la meditazione trascendentale, voi dovete solo stendere le gambe e smettere di pensare all’esame che avete domani. Domani. Renato Dende & Filippo Mosca