Novità, Streaming Audio
Lascia un commento

Te la do io un po’ di musica nuova

Te la do io un po' di musica nuova.

Te la do io un po' di musica nuova.Abbiamo la nostra raccolta e fatto la solita puntata virtuale su alcuni artisti. Quelli che magari oggi nessuno si caga nemmeno di striscio, ma che fra qualche tempo suoneranno nel festival più glamour della vostra città. Quelli che le ragazze vestite bene snobbano per altri artisti (pur sempre bravi) che non conoscono, ma che fa figo dire di ascoltare. Insomma, in altri paesi direbbero –  “THE NEXT BIG THING” – noi ci limitiamo a pensare di averci visto giusto.

Dal Belgio arriva una band indie pop niente male. Si chiamano La Plage , sono tre e ci fanno ballare di brutto, del tipo che i vicini vi dovranno venire a suonare poiché avete rovinato il riposino pomeridiano.

Andiamo in Inghilterra con il folk lo-fi di Hannah Lou Clark, cantautrice già membro dei Foe. Tenebre spensierate dentro una foresta pericolosa, ma che figata!

NoMBe cavalca i bassi con musica soul ben oltre lo stato mentale della questione. Intrighi e percorsi assai sofisticati ti portano a una dimensione più tranquilla e rilassata.

Con Apidae si torna a ballare composti. Figlio perfetto (e forse mancato) di Thom Yorke non si risparmia nella produzione e canta proprio bene.

Di nuovi Stati Uniti con i Tiger Are Bad For Horses in versione più morbida, perfetti per una degustazione di vini.

Ancora Londra con Pix e questo folk pop squisito, quasi digestivo per le cene pesanti mentre la tua ragazza ti guarda con l’insalata fra i denti.

Kacy Hill è misteriosa. Del tipo che ci sono un sacco di canali social attivi e poche informazioni. Il tutto fa pensare a un possibile grande lancio da parte di qualche etichetta

Non potevano mancare i popoli più glaciali. Ecco Mons Montis un trio tutto chillwave e sole che spacca il ghiaccio più ruvido.

I Canadesi How Sad qualche tempo fa hanno rilasciato un lavoro molto interessante. Ammettiamolo, è sfuggito a molti ma noi vogliamo provare a rimediare.

Colonna sonora perfetta per un telefilm americano adolescenziale è Alex Burey con questa delicata ballata che quasi ci scende una lacrimuccia: grandioso.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...