Musica Italiana, Recensioni
Lascia un commento

Brabrabra – ​Mango

Brabrabra - Brabrabra​-​Mango

Brabrabra - Brabrabra​-​MangoBerlino è una città che da sempre ha influenzato il panorama musicale internazionale in modo molto eterogeneo, perché, proprio qui, viene data la possibilità a moltissimi musicisti talentuosi di uscire allo scoperto a farsi conoscere indipendentemente dal genere musicale che essi suonano. Anzi, il più delle volte, si tratta di musica contaminata attraverso la sperimentazione. Ed è proprio questo il caso delle Brabrabra, o meglio, di Federica, Susanna e Saiko, le tre ragazze con gli occhiali. Susanna scrive la maggior parte dei testi delle canzoni, suona il basso, a volte la batteria e canta alternandosi con Federica, la quale suona anche la chitarra e il basso. Saiko, l’unica delle tre a non aver avuto alle spalle alcuna esperienza nel campo della musica, ha imparato a suonare la batteria. Il loro ep di 9 canzoni, “Mango”, è stato registrato nel luglio dello scorso anno ed è stato rilasciato dalla Kitchen Leg records (etichetta discografica italo canadese fondata da Andrew Kemp e Federica) l’otto dicembre dello scorso anno in una edizione limitata di 60 nastri, le cui copertine sono dei collage fatti a mano. Le loro canzoni d’amore, di rabbia e ironiche, nascono dalla sperimentazione e dalla contaminazione del pop con l’indie rock, sonarità esotiche, lo-fi e new wave. Tutte le loro canzoni si basano sull’improvvisazione: in modo molto naturale, una delle tre propone una sua idea e, se questa piace alle altre, ci lavorano su finchè non sono soddisfatte della forma che hanno dato al brano, anche se, come ho scritto sopra, i testi li scrive maggiormente Susanna. La band è nata in un modo molto particolare e quasi del tutto causale. Susanna e Federica si sono conosciute perché vicine di casa e spesso si incontravano per prendere il tè o per suonare la fisarmonica. In un secondo momento Saiko, sorella del coinquilino di Susanna, è entrata a far parte del gruppo perché portava gli occhiali, proprio come loro due. Il fratello di Saiko, poi, organizzò erroneamente il loro primo concerto a Berlino. Ma quel concerto fu un gran bell’errore, perché, nonostante suonassero da soli due mesi e avessero composto pochissimi pezzi, ha reso noto in tutta la città il loro talento. Io personalmente le adoro e ho anche comprato la loro cassetta.

Buon ascolto a chi apprezza la buona musica!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...