Mese: gennaio 2014

W/ I Quartieri

Uscito sul finire del 2013 dopo tre anni dall’esordio, Zeno è uno dei dischi più importanti ascoltati da qualche tempo. Rilasciato da 42 Records, contiene 9 tracce vicine ma non per forza limitate al rock e con una semplicità unica racconta il cambiamento e il lento processo di crescita. I Quartieri non si sono adeguati, hanno scelto la linea editoriale di Carver e mantenuto una certa narrativa durante il loro percorso. Prima di leggere l’intervista, cliccate play qui e ascoltatevi l’ultimo lavoro per intero.

w/Maolo

Paolo “Maolo” Torreggiani non smette di stupire. Dopo i successi con i My Awesome Mixtape e il recente progetto Quakers and Mormons torna nel mese di Febbraio con il primo disco firmato Sin/Cos. Quattro chiacchiere, nulla di così intellettuale da esser ricordato e nemmeno così stupefacente da esser condiviso.

M’illumino d’immenso

Prendete la storia di Francesca, giovane di 25 anni della provincia di Udine e quella di Tommaso, lavoratore a tempo determinato in una piccola fabbrica vicino a Bari. Bene, buttate via tutto questo storytelling. È vero, siamo in un momento così drammatico che un poco di fumo agli occhi non ci farebbe male. Sognare ottimismo può essere una soluzione plausibile ai nostri problemi quotidiani, e in fondo qualcuno che ci racconta storie altrui (tendenzialmente inventate) porta una certa tranquillità in noi. Strumento necessario per tutto ciò è lo smartphone, teatro del tutto i social network. Girovagando sull’internet ho trovato questa foto qui: “Houston abbiamo un problema” Magari rasserena tutto ciò o forse spaventa. La nostra vita ha la necessità di passare dai nuovi canali virtuali. Il consenso popolare e il famoso far notare di “esserci” in un qualche evento casuale resta ancor di più della presenza stessa. È un consenso che si cerca in coloro che guardano ma anche verso la propria persona. Non voglio fare paternalismi e rendere la questione più semplice in modo …

Pop_x – Il tempo di un cannone

È interessante l’analisi del lavoro dei Trentini Pop_x. Il disco si chiama “Il tempo di un cannone” e già fa presagire all’approccio ironico della questione. Poi ci sono le drammatiche tracce, scritte in modo sarcastico e musicate in pieno stile pezzo dell’estate 1995. Il tutto è molto piacevole, ti fa muovere la testolina e divertire. Un pop sperimentale abbastanza calibrato, non fatto alla cazzo di cane ma coerentemente sistemato per suonare al meglio. 

Lato B. di fine Gennaio

Fateci caso, la rubrica Lato B. arriva sempre sul finire dei mesi più inutili e senza un vero e proprio senso logico o regime editoriale. Beh, andiamoci piano un fondo di verità c’è, ma come potevamo rompervi i coglioni con tutti quei post per ricevere visite dopo aver raccolto questa mole di tracce?! Novità, graditi ritorni e un dj set molto carino da sentire con shazam (per chi è più fortunato). Cuffie! Cuffie!

ceo – Mirage

Il progetto solista di Eric Berglund (già The Tough Alliance) si accinge a scolpire la seconda produzione. Sotto il misterioso pseudonimo di ceo, dopo il primo disco del 2010 – “White Magic” per chi non lo sapesse fu tra le rivelazioni del genere in quell’annata –  a Febbraio uscirà “Wonderland” già anticipato dal singolo Whorehouse. Oggi però non contento ci proietta nel 3014 con questa Mirage, che suona talmente divina da ricordarci la qualità delle sue produzioni. In allegato trovate anche un paio di cover recentemente sfornate e colpevolmente dimenticate da noi altri, ma ora rimediamo promesso. 

Sango – Da Rocinha2

Sango sta diventando il re. Ok, la posizione porta lievemente sfiga, ma in fase di produzione l’impatto virale di questo disco uscito ieri è stato fortissimo. Per i primi 500 il tutto si poteva scaricare gratuitamente. Uso il passato perchè la promozione ovviamente è terminata con un crash nei sistemi bandcamp per via delle troppe richieste simultanee. Ora però costa solamente 1 dollaro che fondamentalmente non è male per un lavoro che miscela il post hip hop al future funk in sala brasiliana in vista degli ormai imminenti mondiali di calcio. Dunque il regno è qui, il re è tornato ma in fondo non è mai andato via. Soulection = garanzia, ascolta sto disco dai.