Musica Italiana, Recensioni
Lascia un commento

Architecture Of The Universe || Il Grande Freddo

a4171656969_10

a4171656969_10”Evviva” è la prima cosa che ho pensato dopo aver ascoltato il primo pezzo de ”Il Grande Freddo”. Se all’inizio si poteva percepire qualche accenno a Porcupine Tree, Hammock e simili, si va subito verso quella strumentale piacevolissima e piena di groove che contraddistingue gruppi come This Will Destroy You. Quindi tanto di cappello.

La prima traccia da quasi nove minuti scorre via benissimo, ottimi suoni, bassi potenti, dinamiche accentuate e studiate. Scoprirsi Rosso risulta il pezzo emblematico dell’album, quello che meglio riassume il modo di comporre degli Architecture Of The Universe, perché è di loro che stiamo parlando.

Nella seconda e terza traccia i suoni diventano più caldi e profondi, l’atmosfera creata dall’ascolto sembra adattarsi perfettamente al tempo meteorologico di oggi. Un album da 4 tracce, come le stagioni: dalla ”primavera” iniziale si passa, con l’ultimo pezzo a quel pathos più ”invernale”, lievemente triste ma delicatissimo.

E se spesso ci troviamo a dire che gruppi della scena musicale sono ”sì carini, ma niente di che”, loro sono uno di quei gruppi che, per usare un tecnicismo, spaccano alla grande.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...