Altrimondi, Beat Rate
Lascia un commento

Musica di qualità (?)|| Beat Rate 10.3

akd

akd

Dopo il tormentone degli ultimi anni sul termine “underground”,  nell’ultimo periodo ci si sta imbattendo sul termine “musica di qualità”, ma cosa significa realmente tutto questo?

C’è chi sostiene che la musica di qualità sia la musica di “nicchia”, chi sostiene  che sia la musica prodotta con strumenti analogici o che sia il materiale old school oppure al contrario che sia quella riprodotta tramite supporto in vinile.
Purtroppo, non siamo di fronte a un prodotto sottoposto a test mediante strumenti elettronici che ci regalano valori grazie al quale possiamo definire un qualcosa tramite un indice di qualità’ come potrebbe essere per un diffusore audio, un microfono, ecc ecc.
Questo discorso  può’ essere valido per il supporto di riproduzione, analogico o digitale in cui ci si può’ imbattere in un discorso di qualità’ dal punto di vista tecnico.

Analizzando ad esempio un disco in vinile o un CD e mettendoli a confronto, noteremo che ci sono “pro e contro” da entrambi le parti sia dal punto di vista tecnico, che per la riproduzione del segnale più’o meno fedele o la presenza di un fruscio di fondo.
Chiuso questo piccolo discorso tecnico, tutte le altre considerazioni sono solo parole al vento che servono a riempirci la bocca e farci sentire tutti esperti.
Inoltre, c’è poi il discorso delle persone che amano definirsi “integralisti” in cui qualsiasi artista di successo o artista che non fa uso di dischi in vinile è sinonimo di NON QUALITA’.

Ma perché?

Ci sono artisti sulla cresta dell’onda da decenni, criticati da questi cosidetti integralisti e “RICERCATORI MUSICALI”. Ma essere un artista da grandi palcoscenici non vuol dire necessariamente essere un artista commerciale e di non di qualità’.
Molti si commercializzano per il denaro; ne è pieno il Mondo e la maggior parte di questi artisti da grandi palcoscenici rientrano in questo macrogruppo, ma, purtroppo, il soffermarsi davanti ad una etichetta, ovvero ” quello è un artista di massa quindi non avrà’ dalla sua una ricerca musicale approfondita” oppure “quell’artista suona con il computer perciò’ è un cretino”,  fa parte di un nostro limite mentale

Penso che il successo artistico sia quando si riesca ad imporre le proprie idee e il proprio suono, frutto di emozioni dettate da cuore e mente, facendosi apprezzare da un vasto bacino di utenza. In questo caso siamo in presenza di artisti veri che hanno fatto della propria passione e del proprio credo un grande successo di qualità naturale senza quel
doping chiamato denaro.

Tutte questo inchiostro per dire che: QUALITA’ come la si sta intendendo è
sinonimo di “mi piace”.

Nicolò Degiovanni

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...