Editoriale
Comment 1

L’Hip Hop Radical Chic

hip hop radical chic

hip hop radical chic

Moreno ha vinto la 114esima edizione di Amici di Maria De Filippi, non è una novità che un giovane, vinca un programma di vecchi per giovani. Ma “pare” esser una notizia che Moreno Donadoni, MC Genovese, faccia (o abbia fatto) parte dell’Underground Hip Hop made in Italy. Quello integralista con la puzza sotto il naso, dove se non hai il pantalone largo e fai qualche verso sei fuori. Una sorta di deriva del noto programma di Fabio Briatore però prendendola dall’altra parte, ma la sostanza è quella. 

“Un rapper in televisione per giunta a un reality show?”

Esatto è il 2013, questo dopo il 2012 di successi è l’effetto naturale per questa disciplina. Da curioso e distaccato ho guardato qualche volta il programma in onda su Canale 5, d’altronde la televisione è lo specchio della società in cui viviamo, e ho capito subito che Moreno è un ottimo freestyler, già vincitore della Battle Arena di Bologna lo scorso anno e forse tra i 10-15 migliori in questo campo. Maria De Filippi è un genio creativo, sfrutta ogni trend a suo vantaggio, e non lo fa prendendo una pop star dal buon cantato per farla passare da rapper, ma prende un rapper con pessimi ritornelli per farlo diventare una pop star, come la maggior parte dei pionieri della disciplina in Italia. In rete rimbalzano insulti e nei live non mancano le battute, insomma il movimento si oppone dall’alto del proprio salotto radical chic.

“Perché Moreno Donadoni fa il bene del Hip Hop?”

Lui come tanti altri, ha fatto un disco che ricorda vagamente una porcheria. Ci sono scritti abbastanza semplici e ritornelli sistemati con auto-tune (nel singolo c’è pure il figlio di Enrico Ruggeri) eppure non è peggio rispetto a tantissimi lavori del famoso underground. Il caso vuole che ad ogni nuovo elemento pubblicizzato in televisione con ritornelli su ritornelli da dietro qualcuno inizia a guadagnare visibilità. Piccole etichetta indipendenti dopo anni a sostenere il mondo rock iniziano a guardare con attenzione a MC, i cachet e le date si raddoppiano settimana dopo settimana e in fondo molti di loro in televisione o in radio ci finiscono in modo trasversale.

 “Non mi sento rappresentato”

Lecito e parzialmente giusto. Da tempo mi chiedo se nel 2013 fossero usciti i vari Neffa, dove sarebbero? L’ospitata a Occupy Deejay l’avrebbero fatta? Magari due gag con Marco Mix e in studio partiva il live con “Ballotta”. A questa domanda non avrò mai risposta, ma quantomeno è giusto chiederselo togliendosi la mano davanti agli occhi. Troppo facile nascondersi dietro l’espressione iniziale, ma nella stessa situazione che si fa? Arriva il contratto Sony e un palcoscenico che non hai mai avuto, che si fa? La resistenza è l’atto più bello al mondo, ma è lecito capire le ragioni che portano al “vendersi”.

“Se mi fai un discorso così però rendi tutti uguali”

Dove si può iniziare a differenziare un rapper da tutti gli altri? Inizi a fare live, ma nel vero senso della parola. Strumenti reali, chitarre, batterie e bassi, magari con approccio diverso da quello del ghetto con le pistole che forse puzza tanto di vecchio. Si leggono testi raccapriccianti in ogni angolo della strada, eppure non c’è nessuno a puntare il dito (giustamente). Il problema non è Moreno Donadoni e nemmeno quello che tenta di rappresentare, ma il concetto di rapper nel 2013 sta diventando abbastanza diffuso e questo non è necessariamente un male. Proprio come il telefono senza fili alle scuole elementari, la prima parola in questo caso è “Hip Hop”, poi divenuta “rapper” e infine arrivata al grande pubblico come “pop star”.

In fondo ammettiamolo, siamo tutti amabili radical chic, magari senza calzino a quadretti ma cambia poco.

1 commento

  1. A partir del estudio podría concluir que si
    los atletas de resistencia cargan el cuerpo con hidratos de carbono ya antes de una carrera,
    los suplementos de carnitina podrían ayudar; y quizá lo mismo sea cierto para los culturistas que deseen utilizar la carga de carbohidratos ya antes
    de una competición.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...