Interviste
Comments 2

w/Claver Gold

Claver Gold

Claver Gold

Willie Peyote ha scritto una bellissima recensione sul suo ultimo disco, oggi nostro ospite con quest’intervista, Claver Gold è sicuramente uno dei nomi più interessanti della scena rap in Italia.

Chi è Daycol Orsini e chi è Claver Gold?

Daycol e Claver sono esattamente la stessa persona. Non sento il bisogno di inventarmi un personaggio che parli al posto mio, di fingermi strano, fattone, gangsta o robe simili. Racconto semplicemente ciò che mi sta a cuore, cercando di comunicare all’ascoltatore, anche se non è fondamentale che la gente capisca sempre tutto, scrivo prima per me stesso.

Quanto è cambiato l’artista nel passaggio fra Ascoli e Bologna? 

E’ cambiato tutto, uscire da una piccola provincia per ritrovarsi in una grande città fa cambiare il modo di vedere le cose e le situazioni, conoscere gente nuova e provare nuove emozioni mi ha sicuramente fatto crescere a livello artistico, poi Bologna per me è la capitale del Rap italiano… Non si finisce mai di imparare dalla sua storia.

Il tuo lavoro a cui sei più legato? 

Sicuramente Tarassaco*Piscialetto (il mio primo album ufficiale, uscito l’anno scorso). All’interno ci ho messo tutta la mia vita, gli sbagli, le gioie e tutte le problematiche che mi circondano. Scrivere quel disco è stata una sorta di autoanalisi, ma il meglio deve ancora venire.

La collaborazione con un grande del passato che sogni di fare. 

Ho sempre sognato di fare un brano con Fabri Fibra (almeno fino al suo ultimo disco). A mio parere è stato uno dei pochi artisti che ha rivoluzionato il modo di fare rap in Italia. Ovviamente aggiungerei anche Neffa.

1 disco e 1 libro che ti hanno cambiato la vita.

Non c’è solo un disco che mi ha cambiato la vita, ma il più significativo è “Sindrome di fine millennio” degli “uomini di mare” – sia come sonorità che come concetti. Il libro a cui sono più legato invece forse è “Siddharta” di Hermann Hesse, per quanto possa sembrare banale.

La scrittura è importante per fare rap? 

La scrittura è fondamentale, dopo vent’anni di rap italiano non basta più riuscire ad andare bene a tempo (anche se qualcuno ancora non ci riesce), fare giochini metrici o avere un bel flow, serve qualcosa di più, elevarsi grazie al proprio modo di scrivere, per questo apprezzo e mi ispiro ad artisti come Murubutu, Dargen e Ghemon.

Alcuni consigli per giovani MC di strada? 

Non sono uno che dà consigli, dico solo di applicarsi molto, fare tanto freestyle che fa bene a corpo e mente ed essere genuini. Credete in voi stessi, nessuno lo farà al posto vostro.

“Non tutti i mali vengono per nuocere” –  c’è qualche delusione che ha fatto bene all’artista Claver Gold? 

Tutte le sofferenze e i problemi che ho avuto li ho trasformati in rime, per questo dico spesso che la musica mi ha salvato. Senza scendere troppo nel personale, la solitudine mi ha reso la persona che sono, ho passato talmente tanto tempo da solo che sono riuscito a trovare il giusto equilibrio personale. Ora riesco a godermi a pieno tutte le emozioni della vita. Anche il fatto che da bambino ho avuto veramente poco mi ha aiutato ad apprezzare tutte le piccole cose e i piccoli gesti quotidiani, sono quelli che mi rendono felice.

Che cos’è il rap nell’Italia del 2013? 

Citando Dargen “il rap per me è fare finta che domani muori”.

Fare in modo di cambiare il proprio paese o andarsene? 

Sono una persona che lotta per i propri ideali, ma arrivati a questo punto è meglio andarsene. Persone che non hanno lavoro o legami stretti, dovrebbero prendere i pochi spicci che gli sono rimasti e cambiare vita.

 

 

 

 

 

 

This entry was posted in: Interviste
Tagged with:

da

Nato a Bologna il 30.11.91 quando fuori pioveva. Cresce, gioca a tennis giornate intere, fonda il Collettivo HMCF scrive per DLSO e Crampi Sportivi, si laurea e dorme.

2 Comments

  1. Second, you will produce a xml sitemap of one’s site.
    It is then ideal for that you use those programs and maximize their potentials.
    The Google Plus smart search will populate their name when you type.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...