Album del giorno, Recensioni
Comment 1

Andrea Nardinocchi || Il momento perfetto

379690_362594483839835_1899338924_nGiunse l’ora. Di parlare di questo disco, della musica pop e del festival di Sanremo. Ok, non andiamo per ordine e liquidiamo così il superfluo: Sanremo ha lanciato un buon messaggio per la musica pop. Va bene, tutto qui? e cosa c’entra il disco di Andrea Nardinocchi? La rivoluzione che ha impartito in un determinato pubblico non è cosa da tutti e per questo non si può che segnalare il palco dell’Ariston. La cover è di Corrado Grilli, l’amico Mecna, “Il momento perfetto” ha 12 tracce + 2 bonus track (solo nel formato digital) e vede due collaborazioni, con Marracash e Danti. Sapete non ho mai amato particolarmente il primo, eppure il brano mi ha fatto scuotere la testa ripetutamente come una di quelle bibite gasate che non posso bere. Ah, la Coca Cola, un qualcosa che per una vita intera ho guardato e rifiutato per integralismo alimentare che tutto sommato non è proprio così male.

Racconti, istantanee e loop station, ma siamo sicuri che il mercato pop sia pronto per tutto questo? Un disco importante, che tra qualche anno ricorderemo come precursore di una piccola evoluzione culturale di cui abbiamo tanto bisogno. Storia impossibile davanti a milioni di persone, con tutte quelle macchine e un arrangiamento potentissimo quanto originale, non rimarranno chiusi in una semplice edizione di una manifestazione canora. Amare qualcuno, Persi insieme per citare due brani, sono intimi, personali che quasi non si possono raccontare così, in tre ciniche righe da presunto recensore. Il titolo dell’album riletto, dopo aver ascoltato tutto il disco, mi ha fatto dire serenità, forse è quello il momento perfetto. Non servono grossi proclami sentimentali o grandi epopee di vita, ci possiamo tutti fermare, ma quella sensazione non la riusciamo a cogliere, poichè passa, fugge e non morde, ma davvero ho capito questo.

Rimaniamo troppo spesso inermi davanti a grandi opere e a piccole imprese, ma vi assicuro tutto questo, dal disco alle storie raccontate, passando per la Coca Cola che non vorresti bere, non verrà dimenticato e ci metto la faccia dicendo che qualcosa è cambiato, cambierà e noi dobbiamo esserne felici.

Buona fortuna Andrea.

1 commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...