Musica Italiana, Recensioni, Scrittura Creativa
Lascia un commento

Uochi Toki || Distopi

Image

Il pozzo è un buco. Il buco è un’interruzione dello spazio materiale. Una presenza che certifica un’assenza. Un paradosso.

Sulla terra non c’è più l’umanità, la civiltà è stata spazzata via. Esiste l’uomo però. Nel pozzo.

Esiste tutta la sua Storia, sgretolata in mille sedimenti, tra strato e strato. Se ti avvicini a un pozzo potrai sentirla o vederla -la storia e anche l’uomo- ma solo se adoperi la pazienza, solo se abbandoni la concezione del tuo tempo e ne addensi lo scrosciante fluire in un nanosecondo.

L’uomo è stato vittima del tempo -a suo tempo. Poteva misurarlo guardando il cielo, ma sottoterra la volta celeste rimane fuori dalla sua sfera sensoriale: scompare insieme al tempo stesso. Le discendenze, le successioni di stirpi e culture non hanno più significato fuori dalla durata. Esiste soltato l’uomo che deve convivere con il concetto di se stesso e che ha abolito le differenze tra passato presente e futuro.

Il narratore/viaggiatore in superficie va alla ricerca di questo concetto, avvicinandosi ai pozzi per udirne il rumore, ammonendo chi continua la sua esistenza sotterranea per il suo errore passato, ossia esistere all’interno di un’unità di misura inventata che lo ha sconfitto.

Questo è ciò che ho visto nel pozzo ascoltando Distopi, l’ultimo disco degli Uochi Toki, che racconta “una idea di tempo che è solo una delle possibili”: una distopia proposta in un’unica traccia della durata di 13 minuti. L’ultimo di una serie di impulsi lanciati dal duo, che armato di righello traccia una linea tra sperimentazione e provocazione, tra musica e rumore, tra il poetico e il didascalico, tra l’intelligibile e l’insensato, tra il tutto e il niente.

E’ disponibile in freedownload “fino ad esaurimento banda” cliccando qui. 

E’ sconsigliato cercare i significati, i messaggi, si potrebbe non trovare nulla. Soltanto pozzi che bisbigliano.

Il prologo della “distopia”, datato agosto 2008:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...