Normale non vuol dire giusto
Lascia un commento

Normale non vuol dire giusto#20

primarie-della-culturaPrimarie, strumento politico principe per eleggere il leader indiscusso del partito o della coalizione. Il loro obiettivo è l’investitura popolare, ma corrono il rischio di ridurre la politica ad una lotta fra candidati.

Fortunatamente, però, qualcuno si è ricordato che la politica non è fatta solo di volti, più o meno noti, ma anche di idee. Sono i ragazzi del Fondo Ambiente Italiano (FAI), che hanno inaugurato l’8 gennaio scorso le Primarie della Cultura. Quindici proposte tra cui i cittadini possono scegliere in materia di ambiente, urbanistica e cultura, collegandosi al sito http://www.primariedellacultura.it. Molti i sostenitori illustri dell’iniziativa, da Philippe D’Averio a Massimo Gramellini, da Giorgio Pasotti a Gianmarco Tognazzi. 33mila i voti raggiunti in cinque giorni di apertura di queste atipiche primarie. Le proposte vincitrici saranno presentante ai partiti (e presumibilmente anche ai movimenti) candidati alle elezioni di fine febbraio, con la speranza che questi possano inserirle nella propria agenda. E probabilmente sarà così almeno per quanto riguarda la lista civica di Mario Monti, che ha annunciato la candidatura di Ilaria Borletti Buitoni, presidentessa del FAI stesso.

E’ questa una consultazione popolare intelligente (e veloce) che ha l’intento di capire quali sono i reali interessi degli italiani sotto il profilo culturale. Attualmente, la proposta più votata è relativa alla destinazione obbligatoria dell’1% del denaro pubblico per la cultura. Altre sono particolarmente dettagliate, e relative a centri storici, restauri, biblioteche o istruzione.

L’esempio, questo, di come basti poco per cambiare l’inerzia. Il potere delle idee contro quello dei personaggi politici? No, il potere delle idee al servizio del bene comune, per tutelare un patrimonio di inestimabile valore, sul quale fondiamo le nostre radici. Prendetevi cinque minuti per entrare nel sito delle Primarie della Cultura, leggere le proposte e votare. La sensazione sarà quella di aver fatto qualcosa di utile per voi stessi e per il vostro paese.

Alessandro Cillario

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...