Editoriale
Lascia un commento

365 giorni per dirvi grazie.

565019_367723669972745_666693432_nSiamo arrivati al 31 dicembre e come promesso è tempo di saluti e doverosi ringraziamenti, quelli personali diretti e senza troppi fronzoli, perchè in questi 365 giorni diverse persone hanno calcato i nostri “palchi” e partecipato alle iniziative, oltre a renderle possibili, dandoci spazio grazie ai loro media e le loro attività:

A partire da Corrado (Mecna), non a caso, la Blue Nox Academy, Ghemon/Gilmar e Dj Uiui (così dice), Negrè, Hyst, Kiave, Tayone&Clementino, Swelto, Macro Marco, Bassi Maestro&Marco Polo, Trix e Lugi, Murubutu e La Kattiveria, Rancore, Svedonio e Dj Myke, l’Arena 051, la Generazione Subliminata, V-Mab&Sphera, Inda (yayo) e i Boombap Haze, Neme, Messia, Ribbores e Santiegaz, i Markers, i Girless&The Orphan, Verily So, Altre di B, Tommy Brando, Danio e i Valves, Vitto e Rizzo, gli Obagevi, After Crash, Lovisetto e D’Avenia, gli Absolut Red, Ricky e la Goldmine Factory, Alex Dandi, Jack&Tommy e tutto il Millenium Club, Enki e Ugo con Beyond Common Idea, Roswell, Diego e i Narranti Erranti, Alessandro Gallo e la sua avventura con Caracò, T.Bone e il Pump This, Mimmo e l’Arterìa, il quartiere Navile, Davide Di Noi, Andrea e il roBOt Festival, Giorgio e tutto il Blogos, Amadeus, Saba, Fochi e Shippo (con la maglia di Sheva), Radio Bocconi, Naausica, Vicolo Bolognetti, i partecipanti al torneo OUCH, Ohio Kid, Cillo e tutti i ragazzi che scrivono su muromag.

Il nostro Collettivo che vede il lavoro, le idee e il sostegno di: Dodo-Dallocca, Benni&Ricky, Echio/Ezio/Richard, Landia, Campa, Cesa e Santo, Apple Sleep, Jack&Iso, Michi&Minni, Pollo, Carano, il “Maestro” Pinto, Matassa con Nanni e Goretti, Dadda, Mattia “Dock”, Taleo, Alessandro Chirico&Osc2x.

Poi ci sono le fonti d’ispirazione che rendono tutto questo un flusso continuo: le notti a scambiarci musica, la puntina del lettore vinile, quella volta in cui si è fatto all’amore, i pianti, il latte freddo, aspettare fino alle 4.00 di mattina, svegliarsi il sabato mattina, aver paura, i brividi, il messaggio di Obama, coprirsi con il piumone, sorridere, chiamare i propri genitori, mangiare pasta scotta, i fasci appesi come porci, il tram 9, la città di Bologna, l’urlo di Gaston Gaudio, Francesco Totti.

Infine il ringraziamento più importante, quello dedicato a tutte le persone (che probabilmente stanno leggendo), che in questi 12 mesi hanno partecipato, cliccato sul nostro sito e ascoltato musica con noi, senza di voi tutto questo non sarebbe possibile. Qualcuno forse ha imparato a conoscerci personalmente e si è pentito, altri hanno capito il senso di questo progetto, che non finirà mai relegato ad una semplice organizzazione di live o blog/webzine di tendenza. Utopico sogno adolescenziale che non finirà mai di crescere, con lo stesso sguardo con cui la mattina decidi di dipingere e la notte di scrivere.

Grazie di cuore, abbiamo un sacco di cose da fare insieme.

– HMCF

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...