Beat Rate
Lascia un commento

Cari lettori…. || Beat Rate 4.3

380804_309305802518505_1028697460_nCari lettori,

La fine dell’anno, volente o nolente, è sempre un momento dove si tirano le somme.

L’anno bisestile che sta per andarsene, possiamo anche definirlo un diario di apprensioni e malumori. Intimista: ci ha coinvolti tutti in prima persona, mettendo a dura prova la nostra volontà e i nervi. Mai, come in questi mesi abbiamo letto le cronache di economisti, e seguito gli sbalzi di spread e borse. Stiamo divenendo cittadini d’Europa. Non tanto perché ne conosciamo storia, geografia e letteratura, ma perché banche e banchieri ci fanno provare sulla nostra pelle situazioni e vicende che ignoravamo prima dell’avvento della moneta unica. Noi giovani, stimolati dalla crisi d’emozioni come abbiamo reagito?

Abbiamo ascoltato tanta musica, nuovi esperimenti e abbiamo visto allargarsi la famiglia (Beat Rate e non solo…)

Come capogruppo della rubrica, riconosco una profonda maturazione nel mio processo musicale; sarà stato “il vivere” per buona parte dell’anno in un contesto straniero, oppure l’arricchimento culturale dovuto al costante flusso d’informazioni che mi ha bombardato la coscienza, sicuramente mi sento più reattivo di prima.

Personalmente ho vissuto uno sconvolgimento nei gusti; ok direte: “e a me cosa me ne frega?”

Certo, concordo! Tutto ciò non è stato scritto per evidenziare un mio personalismo ma semplicemente perché credo che anche nella musica, come in qualsiasi campo artistico e didattico, non si smetta mai d’imparare e di emozionarsi.Ora vivo un momento dove le melodie hanno preso il sopravvento sulla parole nella costante ricerca di suono crudo, fresco, privo di schemi.

Questa oculatezza personale l’ho riscontrata negli sguardi dei miei collaboratori e questo stream of consciousness ci ha permesso di costruire un percorso didattico (vedi il meeting sulla psicoacustica) indicandoci la via futura da seguire.

Al cambiamento del clima (politico,sociale, de gustibus, scegliete quello che vi pare), si è aggiunto quello di connotati antropologici. Siamo di fronte, come abbiamo già fatalmente compreso, a individui sconosciuti, portatori di una nuova guerra, fatti di “azioni” crudeli e proditorie, figli più dei richiami tribali, che non della cultura scaturita dalle civiltà. Ciò che si mostra debole e indifeso, va estirpato. Chi non ha la forza di difendersi o di fuggire, finisce col soccombere. Solidarietà, abnegazione, amicizia, amore rischiano di essere banditi, sempre che già non lo sono.

E tutto questo,se scorriamo le cronache, si è accentuato nel 2012, anno bisestile e ben lontano da equità e ripresa. Una caduta ha trascinato l’altra, fino a formare una catena che ci ha avvinto nell’anima ,nel corpo e nel portafoglio, facendoci credere che Mammona ( personificazione della ricchezza materiale) sia invincibile. Sarà cosi?

Noi crediamo di no.

Saranno mesi faticosi e non per questo smetteremo di perseguire il nostro intento che va oltre allo semplice apparire. Facciamo quello in cui crediamo e riteniamo che credere nella musica non sia uno stupido modus vivendi, ma anzi sia un’ottima occasione per saziare la nostra coscienza errante.

Auguro ai nostri lettori una felice conclusione dell’anno e vi do l’appuntamento a Gennaio con nuovi artisti e spunti di discussione e cogliendo l’occasione per regalarvi un estratto di melodia, che in questi mesi ha saputo rapire il nostro Ego.

Cordialmente,

ASCOLTA ECHIO MIX 

This entry was posted in: Beat Rate
Tagged with:

da

He loves to say that he lives to amass LP and singles, write travel journals and to get lost at dawn with a swim at the seaside

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...