Editoriale
Lascia un commento

Sotto l’albero || Terza parte

773f2bde03b481767975cadd79d4f9e906fcbddf_mCon questi, si sale a quota 24 dischi da regalare per Natale, la listona va definendosi, e già immagino le vostre facce, in attesa del lavoro che ancora manca in questo cammino che sto facendo in solitaria.

Ta-Ku – 50 Days For Dilla 

Fuori nevicherà, sono quasi certo, però qui dentro c’è tutto, sono 50 giorni, la leggenda Dilla e Ta-Ku che ci mette del suo, che spettacolo in vinile.

Iori’s Eyes – Double Soul 

Quando vengono concepite opere del genere in Italia, l’entusiasmo cresce. E’stato il loro anno, protagonisti assoluti, doppia anima.

The Weeknd – Trilogy 

Lo so, il materiale è stato rilasciato nel 2011, ma la ristampa è di poco tempo fa, regalatelo allo zio appassionato di alta tensione, rimarrà stupito.

Colapesce – Un meraviglioso declino

Poesia italiana che deve girare per l’europa. Grave perdita per Sanremo, che disco ragazzi.

Edda – Odio i vivi

La tensione che si respirava a pochi giorni dall’uscita di questo disco me la ricordo ancora, in live poi atmosfere spirituali, tutto questo (e non solo ) per celebrare il grande ritorno di Edda.

Cat Power – Sun

Tutti amano Cat Power, nel senso che durante il pranzo di Natale, sogno ancora la faccia di mia Madre davanti alla donna della mia vita. Scherzi a parte, Sun è celebrativo quanto intenso, fila liscio e ci ricorda che l’autunno è la stagione migliore.

Cesare Cremonini – La teoria dei colori

“No è commerciale” vi prego scrivetemi in privato tutte queste cose, che il mio ego cresce in maniera spropositata. Fermiamoci, Cesare Cremoni migliora disco dopo disco, come il buon vino e potrà esser amico anche di Simona Ventura, ma canzoni del genere non le fanno mica tutti.

Schoolboy Q – Habits & Contradictions

Appena uscito, andai in fibrillazione per le sinergie prodotte nella mia testa davanti all’ascolto di questo disco, come non regalarlo al nonno dura il pranzo di Santo Stefano?

LEGGI LA SECONDA PARTE

LEGGI LA PRIMA PARTE

Tra qualche giorno di nuovo qui.

This entry was posted in: Editoriale
Tagged with:

by

Nato a Bologna il 30.11.91 quando fuori pioveva. Cresce, gioca a tennis giornate intere, fonda il Collettivo HMCF scrive per DLSO e Crampi Sportivi, si laurea e dorme.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...