Interviste
Comment 1

w/Mirko Kiave

©TommasoGesuato_Kiave 40359Qualche giorno fa la nostra recensione, e ora direttamente qualche domanda al protagonista, quel “gentiluomo” di Mirko Kiave.

Nuovo capitolo della tua storia e nuove sfumature del tuo universo, a ruota libera: che cos’è “Solo per cambiare il mondo”? 

E’ un contenitore di rabbia, amore, delusioni e conquiste, lacrime e sorrisi..insomma sono io, deciso più che mai a lottare e cercare di cambiare le cose!! E’ un disco che vuole essere uno stimolo, una sorta di defibrillatore di coscienze, so che non è facile, ma almeno io ci provo a svegliarne qualcuna, non spreco il rap per altre inutili cazzate!

Manca qualcosa a questo disco? 

Spero proprio di si, altrimenti sarebbe l’ultimo, ma ancora non ho ben capito cosa, forse un ritornello di Kendrick Lamar, vedremo per il prossimo..ehehehe

Le prossime date del tour? 

Rispondo a questa intervista proprio dal Treno, ieri siamo stati a Roma, bellissima serata, e il 7/12 sarà a Perugia al Norman, poi il giorno dopo al Vidia di Cesena, ma basta andare sul mio sito per trovare tutte le date che sono comunque in costante aggiornamento. Il Tour è iniziato davvero alla grande, con una serata a Cosenza, nella mia città.. una di quelle serate destinate a rimanere nella storia.

Ricordi particolari legati alla stesura di questi di testi. 

Ogni testo ha il suo abitat temporale, il suo impulso creativo. Ricordo che alcuni sono stati scritti in una chiusura totale nel mese di Agosto, in cui io lavoravo al disco mentre tutti stavano in vacanza, ma questo mi ha dato ulteriori stimoli per scrivere con forza e decisione.

“Solo per cambiare il mondo” come mai questo titolo? 

Sta ad indicare il motivo per cui faccio musica. Quando fai musica, secondo me, puoi scegliere se cambiare te stesso, quindi arricchirti ed entrare in un circolo di “vippaggio” che ritengo molto noioso e poco gratificante, o puoi fare musica per cambiare l’ambiente che ti circonda quando questo ambiente non ti soddisfa… cambiare il mondo vuol dire anche cambiare solo noi stessi, migliorarci, perchè cosi facendo, di conseguenza, alteri degli equilibri, e alterando quegli equilibri, anche se minimi e apparentemente infinitesimali, tutto il resto viene alterato… a me basta cambiare anche solo una persona, magari poi sarà proprio lui a far partire la vera rivoluzione!!

Un libro che ha ispirato la tua carriera. 

Ehhhhh, quanto tempo ho??  tanti libri mi hanno ispirato, e continuano ad ispirarmi. Forse quello che mi ha davvero cambiato la vita però, è l’autobiografia di Malcom X, mi ha dato ed insegnato tanto.

Quanto è stata importante per te, la formazione scolastica in quello che scrivi? 

Sinceramente quella scolastica poco, a scuola facevo solo bozzetti ed ero confinato sempre all’ultimo banco in fondo a destra dietro la finestra, quindi in un mondo tutto mio:) poi col tempo ho imparato da solo il valore della cultura, anche grazie all’Hip Hop e li la mia formazione culturale ha preso un altra piega, forse tardi, ma meglio che mai.

Mi piace tanto definirti “Il rapper gentiluomo” ti trovi d’accordo? 

Si mi piace, non a caso il primo pezzo del disco ha come titolo “Hardcore Gentleman”, mi piace il fatto che con gli anni i miei modi, e la mia propensione e fare la cosa sbagliata in modo impulsivo siano migliorate, quindi se questo arriva alla gente, ne sono fiero.

Della tua esperienza sul Fatto Quotidiano che mi racconti? Apprezzo tantissimo questa tua ricerca d’attualità. 

Grazie, è una bella esperienza ed ogni mio intervento suscita delle belle e accese discussioni, questo mi fa piacere. Non tutti hanno la possibilità di poter dire quello che pensano su pagine cosi importanti come quelle, quindi cercherò di “sfruttare” questa opportunità per portare la voce di chi non riesce ad esprimersi oltre i confini della censura quotidiana

Mirko Kiave e Mirko Filice sono la stessa persona o credi nella separazione tra artista e uomo? 

Si credo nella separazione fra artista e uomo, ma non è assolutamente il mio caso, ognuno sceglie che strada prendere, io ho scelto quella che mi ha insegnato questa cultura, quella del Keep It real, quindi rimango vero con tutti e con tutto, nella musica in primis.

This entry was posted in: Interviste
Tagged with:

da

Nato a Bologna il 30.11.91 quando fuori pioveva. Cresce, gioca a tennis giornate intere, fonda il Collettivo HMCF scrive per DLSO e Crampi Sportivi, si laurea e dorme.

1 commento

  1. Pingback: » #SPCM Interviste, recensioni, radio, articoli fino ora… » Mirko Kiave Mirko Kiave

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...