Live Report
Comments 3

The xx@Alcatraz || Live Report

44879_10151394862766004_433237477_nAd aprire la coppia Talabot&Pional che fanno uno show puntuale e ben calibrato per il pubblico presente, che segue fin da subito le loro gesta elettroniche. Insomma il bacino si muove, il mood è quello giusto le luci si abbassano lentamente e le tipe iniziano a guardarsi intorno perchè il tatuaggio che hanno sulla spalla sinistra si sta eclissando. I The xx vedono nella loro formazione un tridente vecchio stile, con un regista ( Jamie Smith ) che ricorda quei giocatori di calcio che non esistono più, dalla grande classe ma allo stesso tempo dinamici, veloci. Poi c’è la seconda punta, il numero 11 per intenderci che vede nella voce puntuale di Romy Madley Croft una garanzia; conclude Oliver Sim, chitarra e voce finalizzatore di molte atmosfere.

La partenza è fantastica, luci e visual hanno la stessa sinergia e lo show sembra preparato nei minimi dettagli, anche se, l’unica nota dolente sono i cellulari di ultima tecnologia all’interno di questi concerti, una mandria di braccia alzata con queste luci puntate verso il palco. Capisco tenere un ricordo e condividere con tutta la rete sociale il fatto di esser stato ad un evento davvero figo, però passare 120 minuti a riprendere non farà mai di te un grande esperto. Digressioni a parte, tutto sembra procedere bene, è un crescendo emotivo tra vecchi brani e nuovi cavalli di battagli. Jamie, fa impazzire le ragazzine, che fino a qualche giorno fa non sapevano manco che faccia avesse, ma questo sta nel gioco del fenomeno hype, dell’Alcatraz e della città di Milano. Se iniziassimo ad analizzare il pubblico vestito a metà tra Bon Iver e Frank Ocean non si finirebbe più o sbaglio?

La musica c’è sale, sale e ancora sale, ci fanno emozionare, il tutto non sembra sterile e nonostante la grandezza dell’impianto, si percepisce l’intimità e la purezza del trio. Basso e voce di Oliver mentre Jamie giostra le percussioni, qui si balla come non mai, puoi anche chiudere gli occhi, è fatta.

Avete mai avuto un rapporto sessuale? Probabilmente si, ecco il concerto di ieri sera si può esattamente esemplificare così, con una grande eccitazione iniziale (l’hype del gruppo, unica data Italiana) con uno stupendo preliminare ( Talabot&Pional, sorprendenti) e con un rapporto che va via via crescendo tra ottime sensazioni audio/visive, proprio come il profumo della pelle insomma. E allora ? Tutto fantastico no?

Purtroppo non arriva l’orgasmo, il Coito interrotto non riesce a salvare il tutto. Il danno è fatto, il ricordo è davvero piacevole, ma nulla più. Problemi tecnici a 3/4 dell’esibizione rompono il ritmo, proprio come se chiamasse qualcuno durante l’atto sessuale. Ah, che amarezza, tutto si sistema ma concludono anticipatamente, in modo insipido e ti fanno uscire così dalla camera da letto, per un concerto che poteva aspirare a grandissimi risultati ed invece si è fermato lì, positivamente ma non tra i migliori visti quest’anno.

This entry was posted in: Live Report
Tagged with: , ,

by

Nato a Bologna il 30.11.91 quando fuori pioveva. Cresce, gioca a tennis giornate intere, fonda il Collettivo HMCF scrive per DLSO e Crampi Sportivi, si laurea e dorme.

3 Comments

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...